SUBMERGENCE: Wim Wenders torna al cinema con una particolare storia d’amore

Il 22 agosto arriva nelle sale italiane SUBMERGENCE. A metà tra il thriller e il dramma, con uno sfondo romantico, il film di Wim Winders è stato prodotto nel 2017.

Tratto dal romanzo di J.M Ledgard, SUBMERGENCE è una complicata e tortuosa storia d’amore che combatte contro il rischio, la paura di non riuscire ad incontrarsi mai più. I due protagonisti, Danielle Flinders (Alicia Vikander) e James More (James McAvoy), ci accompagnano in un’avventura unica alla scoperta del loro amore.

Submergence  

Con SUBMERGENCE Wim Wender proietta lo spettatore in uno sperduto hotel in Normandia, dove i due protagonisti si incontrano e si innamorano.

La storia d’amore di Danielle e James è destinata però a pagare il prezzo delle differenze profonde fra i due amanti. Due vite difficili, due destini lontanissimi. La difficoltà straziante del non potersi vivere l’uno con l’altra a causa della distanza. 

Mentre Danielle studia il fondo dell’oceano per comprendere il significato della vita sulla Terra, James lavora nei servizi segreti ed è impegnato in una missione in Somalia. 

E’ dall’esperienza di vita del giornalista J.M Ledgard, che ha scritto di politica e costume africani per l’Economist, che nasce SUBMERGENCE. Il romanzo, nelle mani della sceneggiatrice Erin Digman e del produttore Cameron Lamb,  ha cominciato ad assomigliare a quello che poteva essere un film. Wim Wenders ha poi chiuso il cerchio, affascinato dalla veridicità dei racconti che fanno da sfondo ad una singolare storia d’amore. 

Submergence

SUBMERGENCE è un film impegnativo, sia dal punto di vista emotivo che politico. Ma lo è, soprattutto, per la complicata e ambiziosa produzione che lo precede.

La pellicola firmata Wim Wenders ha toccato varie località di tutto il mondo, tra cui Tolone, Brest, le coste della Normadia, Spagna, Germania, Gibuti e le Isole Faroe. Le riprese in studio sono state realizzate a Berlino e Madrid. Dietro le quinte hanno collaborato il direttore della fotografia Benoît Debie, lo scenografo Thierry Flamand, insieme a Toni Froschhammer per il montaggio, e Bina Daigeler per i costumi, mentre le musiche sono state affidate al compositore Fernando Velazquez.

SUBMERGENCE è una storia d’amore a 360 gradi. E’ l’amore per voglia stessa di amare, per la missione di vita di chi, certe cose, le vede davvero. E’ l’amore per la conoscenza, occhio spalancato su un contesto geopolitico di cui non si parla, evidentemente, abbastanza.

Guarda il trailer di SUBMERGENCE:

 

Loading...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Show Buttons
Hide Buttons