Zoom Magazine
Elisabetta Garro
INTERVISTE LIFESTYLE PRIMO PIANO

Elisabetta Garro: “Io, ambasciatrice del bello, vi porto alla scoperta degli immobili di lusso”

L’era digitale è un ascensore che ad ogni piano conquista un nuovo pezzo di spazio virtuale e che vede attestarsi il predominio di un’immagine vincente. L’immagine assume il suo concetto più ampio e non si limita agli individui, ma si estende ai luoghi e gli spazi che diventano i confini nei quali “incastrare” vite perfette da cui prendere spunto.

Il lockdown ci ha insegnato l’importanza di rendere la propria dimora un posto incantato in cui voler tornare.
Ed è in questo contesto storico che Elisabetta Garro, romana classe 1984, mamma, oltre che dentista affermata (con una specializzazione in Chirurgia Odontostomatologica) da sempre con la passione per la moda, il lifestyle e gli immobili di lusso, diventa precorritrice di questa tendenza e per prima su Instagram crea un nuovo mood: LRI ossia Luxury Real Estate Influencer (Influencer degli immobili di lusso).

Il suo profilo Instagram @_elisabethome_ diventa un punto di riferimento per tutti gli appassionati di proprietà di lusso vantando fra i suoi follower famosi personaggi internazionali e modelle che calcano le principali passerelle mondiali, i quali decidono di seguire i suoi consigli.

Moda e Luxury Real Estate vanno a braccetto?

Più di quanto credi! Sicuramente moda ed immobili di lusso vanno a braccetto ed entrambi sono collegati con il lifestyle, con il nostro modo italiano di vivere, affascinante, ricco di storia ma anche contemporaneo. Io sono di fondo amante del bello, in tutte le sue declinazioni: dalla moda al real estate, passando anche per l’architettura, il design, la creatività, fino ad altre mie passioni come i gioielli, l’orologeria di lusso, l’arte, la fotografia, l’antiquariato e l’arredamento moderno e contemporaneo. Di fondo quello che accomuna tutti questi aspetti è una straordinaria cultura e tradizione, che in Italia è millenaria.
Moda ed immobili non possono essere considerati come fattori disgiunti. Per questo mi piace immaginarmi come una rappresentante del bello: quando giro un video di un appartamento o di una villa, cerco di coniugare la moda ed il lifestyle con una narrazione che coinvolga a livello multisensoriale le caratteristiche dell’immobile, la sua storia, il contesto e lo scenario in cui è inserito, il suo territorio, la cultura o il tipo di architettura che emerge. Chiaramente la moda e l’abbigliamento devono seguire e rispettare la location, devono essere contestualizzati rispetto all’immobile o al luogo in cui ci si trova, come ci insegnavano già i nostri maestri dell’antica Roma, o ancor prima in Grecia. A tutto ciò unisco la tecnologia del digital marketing e dei social media.
Questo è quello che mancava in Italia: il nostro patrimonio immobiliare è unico, quello che ci manca però è saperlo narrare, raccontare e, perché no, pubblicizzare. Da questo punto di vista mi piace vedermi come un piccolo pioniere della narrazione del luxury real estate, un’ambasciatrice del bello, in una modalità al contempo tradizionale e contemporanea. Abbiamo bisogno di comunicare bene i nostri tesori. Dai miei video spero emerga questo grande amore non solo per la moda, ma anche per la nostra terra ed i nostri tesori immobiliari.
C’è però una sottile differenza tra moda ed immobili di lusso: la moda, e la sua narrazione, in qualche modo sono riproducibili, replicabili. L’immobiliare di lusso non è riproducibile, né delocalizzabile. In Italia, da questo punto di vista, siamo molto fortunati: le nostre incredibili bellezze storiche ed artistiche, il nostro territorio, dove gli immobili sono collocati, sono degli asset importanti come gli immobili stessi.

Come nasce la tua ispirazione per questo genere?

La moda mi affascina e la seguo praticamente da sempre. Nella realtà immobiliare, invece, mi ha introdotto mio marito, noto Property Manager, il quale mi ha fatto scoprire un mondo vastissimo fatto di condomini di lusso, di attici da sogno, di ville hollywoodiane. Cosi ho iniziato ad informarmi, a leggere, ad ampliare i miei interessi nel settore, scoprendo che gli immobili di lusso sono nelle mie vene più di quanto potessi immaginare. Ho iniziato ad entusiasmarmi ed a voler condividere con gli altri sui social, già mia passione, non solo contenuti di moda ma anche di lifestyle in un tutt’uno con il luxury real estate che comprende appunto immobili in vendita, in affitto, hotel luxury dove trascorrere momenti memorabili.
Se a ciò aggiungi la passione per il viaggiare che mi hanno trasmesso i miei genitori sin da quando ero piccola ed il mio carattere curioso e super attivo – non posso stare un attimo ferma! – ne esce fuori il mio profilo!

Che cosa ammirano di più di te i tuoi follower?

Credo la spontaneità e la sincerità. Come sottolineo spesso, io nella vita sono un’odontoiatra, lavoro che amo e che svolgo ormai da tanti anni, ed oltre all’etica che il mio stesso lavoro e percorso di studi comporta, la mia posizione ed il mio carattere mi porta a poter dire dei no. Pertanto non mi sognerei mai di proporre alla persone che mi seguono qualcosa che non mi piace, di cui non sono pienamente convinta o in cui non credo e questo viene apprezzato. Sono felice di essere reputata una persona fidata e credibile.

Quanto conta oggi il lifestyle sui social network?

Molto. Nella società di oggi in cui siamo sempre tutti di corsa ed indaffarati, il benessere e l’armonia con noi stessi e con ciò che ci circonda è fondamentale. Il sentirsi bene, il prendersi cura di sé stessi, il circondarsi di affetti, la famiglia, gli amici, il mangiare buon cibo, il vivere belle esperienze in location altrettanto belle diventano elementi importanti per vivere bene. E a ciò aggiungiamo anche l’elemento puramente estetico: a chi non piace vedere una bella casa, un bel posto, una persona vestita bene? In fondo anche l’occhio vuole la sua parte e nella vita è sempre piacevole guardare il bello, magari solo per sognare, per immedesimarsi o semplicemente prendere ispirazione

Qual è il segreto per creare lusso intorno a sé?

Non c’è un segreto in realtà. Il vero lusso in fondo è avere del tempo, in questa società dove non ce ne è mai abbastanza, e sentirsi bene con se stessi: il che è molto soggettivo perché profondamente legato alla dimensione psicologica ed emotiva della persona. Ognuno di noi per sentirsi veramente bene ha bisogno di elementi diversi che possono spaziare in tutti gli aspetti del lifestyle. Il lusso è legato alla percezione che la persona ha di esso ed alle sensazioni ed esperienze sensoriali ed emotive che ne derivano e comprende diverse realtà, diversi mercati, ma tutti con il comune denominatore di comunicare un modo di essere e di vivere attento allo stile ed alla qualità e che tocca molti momenti della quotidianità.

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.