A Venezia 75 le delizie dello Chef internazionale Tino Vettorello

Anche per questa edizione della Biennale del Cinema di Venezia 2018 sarà presente il rinomato Chef internazionale Tino Vettorello con il suo ristorante, posizionato presso la Terrazza Biennale proprio davanti al Red Carpet.

Tino Vettorello George ClooneyVettorello, che ha già conquistato le star di tutto il mondo, delizierà attori, registi, produttori – ma anche i giornalisti e il pubblico della Mostra – con i sapori e le contaminazioni di un menù ricercato, offrendo un’esperienza gustativa e sensoriale unica ed esaltante durante le giornate del Festival.

James Franco, George Clooney, Michelle Pfeiffer, Michael Caine, sono solo alcuni dei nomi internazionali che hanno voluto assaporare le creazioni gastronomiche dello Chef, a cui si aggiungono anche tanti nomi dello star system italiano, come Monica Bellucci, Valeria Golino, Carlo Verdone, Maria Grazia Cucinotta, Vasco Rossi.

Tino Vettorello sceglie per le sue creazioni prodotti di altissimo livello, per dare vita a ricette sofisticate ed uniche. Fondamentale nella cucina dello Chef è l’attenzione e l’utilizzo dei migliori prodotti DOP e IGP provenienti dalla sua terra di origine: il Veneto, territorio che esporta in Italia e nel mondo le eccellenze del ‘made in Italy’, che attraverso la sua creatività diventano protagoniste di un viaggio emozionale.

Tino Vettorello monica bellucciCompito dello chef è esaltare le materie prime, che devono essere rigorosamente grandi, ovvero di prima qualità, per emozionare chi le degusterà – afferma Vettorello – L’arte di emozionare passa anche attraverso l’estetica: il piatto è un contenitore su cui noi creiamo un disegno”.

Da alcuni anni Vettorello è il responsabile della ristorazione di grandi eventi internazionali, curando l’intera gestione dei servizi in location esterne. Dal Festival del Cinema di Venezia ai Giochi Olimpici invernali che si sono svolti a Sochi nel 2014, l’intera offerta gastronomica è firmata Tino Chef. Un’attività che pone sfide importanti ma che arreca altrettanto grandi soddisfazioni. In questi contesti, Tino crea le sue interpretazioni personali della cucina veneta, con divagazioni che si ispirano all’evento, o ai suoi personaggi.

Il caso più recente è il “Rombo alla Clooney”, un piatto che ha dedicato all’attore, ospite del Festival del Cinema di Venezia. Cucinare per gli sportivi, invece, invita ancora di più ad una cucina salutistica, pulita e semplice, dove la qualità degli alimenti fa la differenza.

Guarda la videointervista allo Chef Tino Vettorello:

 

Un pensiero riguardo “A Venezia 75 le delizie dello Chef internazionale Tino Vettorello

I commenti sono chiusi

Show Buttons
Hide Buttons