Zoom Magazine
Un uomo ritorna
CINEMA WEB

“Un uomo ritorna” con Anna Magnani: online il 25 aprile su YouTube

In occasione della ricorrenza del 25 aprile la VIGGO – in collaborazione con la RIPLEY’S FILM – rende disponibile al pubblico la visione gratuita di “Un uomo ritorna” del 1946, interpretato da Anna Magnani e Gino Cervi, e diretto da Max Neufeld.

Il film mette in scena lo sgomento di un reduce al rientro a casa, dopo cinque anni di combattimenti, dove trova solo distruzione materiale e morale. Un film che, comunque, gettava una speranza di pacificazione e di ritorno alla vita dopo il grande disastro della guerra e dell’occupazione nazi-fascista.

Un uomo ritornaDella famiglia del reduce Sergio (Gino Cervi) rimangono soltanto la madre e il fratello. Cerca di rimettere in piedi la centrale termoelettrica di cui era direttore, si sposta a Roma, dove ritrova la sorella (Anna Magnani) e l’altro fratello ospiti di Adele, la giovane vedova di cui prima della guerra era invaghito. Ma intorno a sé scorge solo rancore e desiderio di vendetta.

Il film, uscito nella sale italiane nel 1946, è stato a lungo considerato perduto e recuperato solo nel 2008 grazie alla RIPLEY’S FILM che ne ha curato la ricostruzione pezzo dopo pezzo a partire da un duplicato negativo 16mm, poi integrato grazie al ritrovamento di un duplicato positivo 35mm e da vari materiali positivi 16mm. Un work in progress in attesa di un vero e proprio restauro digitale che sarà possibile solo a completamento della ricostruzione avviata nel 2008. Per questi motivi la visione del film presenta una qualità disomogenea dovuta alle varie fonti.

Sarà quindi possibile la visione di un film davvero molto interessante che – nonostante i due interpreti protagonisti fossero al tempo due vere celebrità, la Magnani già interpretate di “Roma città aperta” di Rossellini – è rimasto a lungo dimenticato ed invisibile. Un film davvero singolare se si pensa alla carriera del regista – l’austriaco Max Neufeld famoso per essere stato il regista per eccellenza dei cosiddetti film dei “telefoni bianchi”, genere di puro intrattenimento del ventennio fascista – che portò sullo schermo temi per il tempo davvero caldi è forti come l’assoluzione di un criminale nazi-fascista, la vendetta, la prostituzione ed il mercato nero che, probabilmente, gli costarono l’oblio nonostante la distribuzione in Francia e negli USA.

La visione sarà possibile per tutto il 25 aprile sul canale YouTube della RIPLEY’S FILM.

(@Copyright foto VIGGO Srl)

Guarda il trailer di “Un uomo ritorna”:

Leave a Comment

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.