Pioggia di star a Venezia76 con Tino Vettorello, lo chef dei vip

Da Meryl Streep a Spike Lee, da Lina Wertmuller a Elena Sofia Ricci: tutte le star più amate presenti a Venezia76 non si sono lasciate sfuggire la possibilità di vivere e godersi un’esperienza gustativa e sensoriale assolutamente indimenticabile.

In occasione della 76. edizione della Mostra del Cinema, infatti, è nato un nuovo concetto dell’aperitivo firmato dallo Chef internazionale Tino Vettorello: TINO PROSECCHERIA.

vettorello

Il protagonista assoluto è proprio il prosecco, un vino che vive 24 ore su 24, amato e apprezzato da tutti,  che abbinato ai piatti più importanti della cucina dello Chef – trasformati per l’occasione in finger food – darà vita ad un’esperienza emozionale unica.

Base portante dell’aperitivo per antonomasia, lo Spritz, che ha avuto i suoi natali proprio a Treviso, la selezione di prosecco scelta da Tino è quella di Colesel Spumanti di Valdobbiadene, azienda leader nel settore.

Le materie prime utilizzate sono, come sempre, italiane DOP, eccellenze dei prodotti regionali che si abbinano particolarmente a questo vino, come la cipolla rossa di Acquaviva, il radicchio di Treviso e la burrata pugliese. Ma la vera “perla” all’occhiello dello Chef sarà l’ostrica rosa di Porto Tolle, che deve il suo nome proprio alla sua colorazione, un’ostrica che nasce e vive nella laguna veneta, considerata tra le migliori tre a livello internazionale.

Tino Proseccheria è situato nella terrazza Biennale e fa parte del Club76 (spazio ufficiale della Biennale) e da quest’anno si aggiunge agli altri punti di ristorazione firmati da Vettorello, Il ristorante della Terrazza, luogo principe delle cene di delegazione dei film e il ristorante sulla spiaggia Lio, a due passi dall’Hotel Excelsior.

Insomma… pranzi, cene e adesso anche apertivi e momenti di relax a portata di mano!

Da oltre dieci anni, Vettorello si occupa con successo della realizzazione e della gestione di raffinati progetti di ristorazione, come quello per la Mostra Internazionale del Cinema di Venezia, per le Olimpiadi Invernali di Sochi, per i Mondiali di nuoto di Roma, per citarne alcuni. “Tra tutte, l’esperienza che ricordo con più emozione e sentimento è la cena che ho avuto l’onore di preparare per il Santo Padre Benedetto XVI” ha commentato lo Chef.

Loading...
Show Buttons
Hide Buttons