The Cranberries: un album postumo dopo la morte di Dolores O’Riordan

I Cranberries stanno preparando il loro ritorno. La band è entrata in studio per preparare il nuovo album, sei anni dopo l’uscita del precedente. Il cd conterrà canzoni registrate da Dolores O’Riordan prima della sua morte, avvenuta improvvisamente lo scorso 15 gennaio a 46 anni mentre si trovava a Londra per una sessione di registrazione, e dal chitarrista Noel Hogan (LEGGI ANCHE: È morta Dolores O’Riordan, la voce dei Cranberries). L’ultimo album dei Cranberries dovrebbe essere pubblicato entro il 2019.

Non è tutto. È prevista un’altra pubblicazione, quella dell’edizione speciale del loro primo album, “Everybody Else Is Doing It, So Why Can’t We?“, in occasione del 25esimo anniversario della sua uscita. La band ha dichiarato: “Possiamo confermarlo. La band è al lavoro dalla scorsa estate sull’edizione per il 25esimo anniversario del nostro primo album. Il progetto è stato sospeso dopo la morte di Dolores” e poi “Dopo alcune settimane di riflessione, però, abbiamo deciso di finire quello che avevamo iniziato. È una cosa che appartiene a tutta la band, anche a Dolores, e dobbiamo portarla a termine”.

Dolores O’Riordan era mamma di tre figli (Taylor, Molly e Dakota). È diventata una star della musica negli anni Novanta grazie al successo di hit come “Zombie“, numero 1 in classifica per molto tempo nel 1994, “Free to decide” e “Salvation“. Nel 2017 la cantante ha sofferto di gravi problemi alla schiena e ha dovuto osservare un lungo periodo di convalescenza che l’hanno costretta a cancellare il tour dei Cranberries.

Le circostanze della sua morte non sono state chiarite completamente ma secondo indiscrezioni apparse sul Santa Monica Observer, l’ipotesi più probabile è che la leader dei Cranberries sia morta per avvelenamento da Fentanyl, un potente analgesico.

di Redazione Zoom Magazine (photo credits Facebook)

Loading...
Show Buttons
Hide Buttons