Al Padova Pride Village brillano le stelle di Barbara d’Urso e Cristiano Malgioglio

Concerti, teatro, talk show, clubbing e animazione all’insegna della promozione e del rispetto dei diritti civili delle persone LGBTI: al via venerdì 15 giugno l’undicesima edizione del Padova Pride Village, l’appuntamento estivo più atteso del Nord Italia, capace di calamitare ogni anno nei padiglioni della Fiera di Padova più di 120.000 persone, provenienti da tutta la penisola.

padova pride barbara d'urso

A tagliare il nastro dell’XI edizione, venerdì 15 giugno, sarà Barbara d’Urso, regina della televisione italiana, con ascolti record in tutte le sue trasmissioni, da Pomeriggio 5 a Domenica Live e fino all’ultima edizione del Grande Fratello, e soprattutto da sempre in prima linea per i diritti.

Nella mia vita mi sono sempre battuta per i diritti civili, contro l’omofobia e la violenza sulle donne – spiega la conduttrice – Ho quindi accettato con grande piacere l’invito a partecipare al Padova Pride Village come madrina. Sono sicura sarà una bellissima serata“.

La sigla ufficiale del Pride Village di quest’anno porta, inoltre, la firma prestigiosa di Cristiano Malgioglio, cantautore che ha firmato successi per artisti del calibro di Mina, Raffaella Carrà, Adriano Celentano, Ornella Vanoni, Patti Pravo e molti altri.

Il suo ultimo singolo, la hit dai ritmi latini “Danzando Danzando”, presentata durante la semifinale del GF e già disponibile su tutti gli store digitali, farà ballare il pubblico del Festival per tutta l’estate.

Durante l’evento d’inaugurazione lo stesso Malgioglio la canterà insieme a tutta l’animazione del Pride Village, esibendosi poi in un live in cui presenterà tutti i suoi più grandi successi, tra i quali “O maior golpe do mundo (mi sono innamorato di tuo marito)”.

Apriamo questa undicesima edizione, dieci anni dopo quel primo agosto 2008, data in cui nasceva il Padova Pride Village. – racconta Alessandro Zan, fondatore del Festival –Oggi vogliamo continuare a lanciare un chiaro messaggio di contrasto alle discriminazioni, in particolare all’omotransfobia, una piaga che quotidianamente colpisce persone gay, lesbiche e trans, violazione di diritti umani fondamentali che possiamo vincere solo con l’aiuto di tutti cittadini democratici, contrari all’odio, all’ignoranza e alla paura. In Italia è iniziato un percorso di riconoscimento dei diritti, che ancora qui al Village ci impegniamo a sostenere con tutte le nostre forze“.

È anche attraverso la leggerezza dell’entertainment di alto livello che si può combattere la bassezza dell’ignoranza e dell’omofobia – gli fa eco Lorenzo Bosio, che da quattro anni cura la direzione artistica del Pride Village – Quest’anno abbiamo voluto puntare in alto invitando alla cerimonia di apertura di venerdì 15 giugno due volti molto amati della musica e della televisione, che si sono impegnati in prima persona in favore delle persone LGBT. Quella di quest’anno sarà un’estate colorata dove oltre al divertimento ci si focalizzerà anche sulla cultura, il teatro, la musica e i grandi temi di dibattito“.

Il Padova Pride Village rimarrà aperto, dal mercoledì al sabato, fino a sabato 8 settembre con un’extradate sabato 15 settembre che chiuderà l’estate patavina.

Per consultare il programma con tutti gli ospiti visita www.padovapridevillage.it

Guarda la sigla del Padova Pride Village “Danzando Danzando” di Cristiano Malgioglio:

Show Buttons
Hide Buttons