“Otto donne e un mistero”: il giallo al femminile in anteprima al Teatro Ciak di Roma

Sabato 23 e domenica 24 febbraio al Teatro Ciak di Roma è stato presentato in anteprima nazionale lo spettacolo teatrale “Otto donne e un mistero”. Tratto dal testo teatrale di Robert Thomas, è una storia di donne avvolta da un fitto mistero…

Una casa immersa nella fitta campagna, l’aria gelida del Natale e tanta neve. Otto donne con le loro storie e le loro paure che si ritrovano nel bel mezzo di un omicidio. L’uomo di casa, Marcel, è stato ucciso nella loro dimora. Il giallo s’infittisce, la trama si complica, chi di loro avrà commesso il terribile gesto?

Otto donne e un mistero

“Otto donne e un mistero” presenta un cast d’eccezione, riuscendo a conferire personalità e tridimensionalità ai personaggi. Un racconto coinvolgente, sarcastico, a volte crudo. Un thriller psicologico teatrante.

“Otto donne e un mistero” vede sul palco Anna Galiena, Debora Caprioglio, Caterina Murino e la partecipazione di Paola Gassman. E poi ancora Antonella Piccolo, Claudia Campagnola, Giulia Fiume e Maria Chiara Dimitri. Otto facce di una cruda verità: la mancata complicità fra donne. La parte più spaventosa dell’essere femminile, i suoi segreti, la sua crudeltà. Un testo senza veli, estremamente attuale e sociale.

Sul palco del teatro Ciak, la bravura e il talento delle attrici. “Otto donne e un mistero” è anche merito di un dietro le quinte coi fiocchi.

A coordinare le performance del fantastico corpo attoriale di “Otto donne e un mistero”, la regia di Guglielmo Ferro. Ne viene fuori l’abilità nel caratterizzare ogni tassello di questo impianto drammaturgico al femminile, mai banale e sempre in movimento. Il disegno luci, tra chiaroscuri e ombre di mistero, è di Alberto Sagretti e scene e musiche sono frutto rispettivamente di Fabiana di Marco e Massimiliano Pace. I costumi, ben studiati e realizzati, sono firmati Françoise Raybaud.

“Otto donne e un mistero” sospende il fiato e, al momento giusto, fa anche ridere. Una risata intelligente, pungente, che fa riflettere. Il giallo che si mescola con la psicologia, il dramma che travolge e tiene sulle spine. Un mix decisamente ben riuscito che guarda alla realtà senza ipocrisie, parla in faccia e lascia qualcosa di forte anche fuori dalla sala.

 

Loading...
Show Buttons
Hide Buttons