Naturalmente Pianoforte 2018: 5 giorni di pianoforte (e non solo) nel cuore del Casentino

5 giorni ricchi di performance live, workshop e concerti dove il pianoforte sarà il punto di osservazione per raccontare la musica e sviluppare un progetto di socialità e comunicazione: dal 18 al 22 luglio si terrà la quarta edizione di Naturalmente Pianoforte a Pratovecchio Stia (AR), nel cuore del Casentino in Toscana, luogo suggestivo che unirà la bellezza naturale del territorio alla musica del pianoforte (e non solo).

Quest’anno il festival si allungherà di ben 2 giorni (oltre ai 5 giorni della manifestazione, infatti, si terrà una speciale esibizione finale degli allievi della masterclass il 23 luglio a “Casa Baracchi” a Bibbiena) e si amplierà sul territorio, coinvolgendo anche nuove location nei comuni attigui, luoghi significativi che rappresentano l’obiettivo costante dell’organizzazione di promuovere il territorio e il Parco delle Foreste Casentinesi.

Nina Zilli naturalmente pianoforte 2018

La manifestazione, che quest’anno vanta una bellissima immagine simbolo disegnata da Nina Zilli, sarà inaugurata mercoledì 18 luglio con il concerto di benvenuto di Fiamma Velo, uno degli allievi della Educational Music Academy di Roberto Cacciapaglia (ore 18.30). A seguire, nella cornice del Castello dei Conti Guidi a Poppi (AR), Omar Sosa proporrà un concerto di piano solo (ingresso gratuito – ore 21.30).

Il 19 luglio, invece, si svolgeranno i due concerti, sempre gratuiti, di John De Leo in quartetto, al Castello di Porciano (ore 20.00), e di L’Aura in Piazza Tanucci a Stia (ore 21.30).

Venerdì 20 luglio, presso Le Vigne del Podere La Civettaja (ore 20.00), la pianista e compositrice Roberta Di Mario presenterà live in uno speciale concerto al tramonto il suo ultimo album di inediti, “Illegacy” (Warner Music Italy).

A seguire, la Piazza Vecchia – Piazza Jacopo Landino di Pratovecchio ospiterà, alle ore 21.30, il concerto del pianista e compositore statunitense Uri Caine (biglietto per la serata 20 euro), uno dei più importanti pianisti contemporanei, originale e poliedrico, con uno stile unico, capace di ridefinire il linguaggio jazzistico e non solo.

Sabato 21 luglio alle ore 20.00 si terrà il concerto al tramonto al Castello di Romena del Trio composto da Peppe Servillo alla voce, il sassofonista Javier Girotto e il pianista Natalio Mangalavite (ingresso libero). Presenteranno dal vivo il loro ultimo album “Parientes”, un viaggio nei ricordi, nelle persone, nell’immaginario di un popolo migrante che ha dato vita ad un’altra cultura e, nel contempo, ha preservato la propria portandovi nuova linfa.

Alle ore 21.30, invece, a Pratovecchio (Piazza Vecchia – Piazza Jacopo Landino) si esibirà il cantante e pianista Matthew Lee insieme alla sua band, che presenterà al pubblico il suo ultimo album “PianoMan”, uscito a gennaio su etichetta Decca Black/Universal Classic (biglietto per la serata 15 euro).

La serata si concluderà, alle ore 24, con la Tuxedo Night al Teatro degli Antei insieme a Steven Brown & Blaine L. Reininger, fondatori dei Tuxedomoon, gruppo musicale sperimentale e multimediale statunitense, formatosi nel 1977 (ingresso gratuito). Proporranno dal vivo le composizioni contenute nel loro album “Monte Alban”, ispirato alle antiche rovine visibili dal cortile della casa in Messico di Steven Brown, insieme ai brani dei Tuxedomoon e del loro repertorio. A seguire, con Maurizio Marsico, si attenderà l’alba all’insegna della musica, del cinema e del cibo. La serata è realizzata in collaborazione con gli “Amici del cinema”.

Domenica 22 luglio, invece, si aprirà con il concerto all’alba di Remo Anzovino alla Pieve di Romena (ore 5.00), che darà il via all’ultima giornata della manifestazione.

Chiuderà la manifestazione, alle ore 21.30 presso Piazza Vecchia – Piazza Jacopo Landino, l’esclusivo concerto di Vinicio Capossela (biglietto per la serata 25 euro), l’istrionico artista vincitore del Premio Tenco 2017, che si esibirà in una delle rare performance live voce e piano della sua carriera. Un concerto che svelerà la relazione della canzone con lo strumento, presentato da un artista che ha sempre legato intimamente la sua scrittura al pianoforte.

La serata, chiusura ufficiale di “Naturalmente Pianoforte 2018”, è legata al prestigioso riconoscimento arrivato dalla 41° sessione della Commissione per la World Heritage, che ha decretato le faggete vetuste del Parco Nazionale Foreste Casentinesi e la Riserva Integrale di Sasso Fratino patrimonio mondiale dell’UNESCO. Il riconoscimento rappresenta per l’Italia la prima iscrizione di un patrimonio naturale espressamente per il suo valore ecologico di rilievo globale.

di Redazione Zoom Magazine

 

Show Buttons
Hide Buttons