Martina Pensa: dal teatro alla Mostra di Venezia con “Una storia senza nome” (VIDEOINTERVISTA)

Prende spunto dal furto della Natività del Caravaggio – fatto realmente accaduto a Palermo nella notte tra il 17 e il 18 ottobre del 1969 – “Una storia senza nome“, la commedia gialla di Roberto Andò presentata fuori concorso alla 75° Mostra internazionale d’arte cinematografica di Venezia e in sala dal prossimo 20 settembre.

Il regista Andò su questo evento costruisce la trama del film che ruota attorno ad un piano della mafia per ‘liberarsi’ con grande profitto della Natività, un investigatore testardo, la segretaria di un produttore che di nascosto fa la sceneggiatrice e uno sceneggiatore famoso che non scrive più un copione da anni, alimentando un vortice di situazioni tra realtà, finzione e cinema.

Nel cast, insieme a Micaela Ramazzotti, Alessandro Gassmann, Renato Carpentieri, Laura Morante, Antonio Catania, Gaetano Bruno e Marco Foschi, l’attrice Martina Pensa che dopo tanto teatro debutta al cinema con il suo primo lungometraggio.

L’attrice ha raccontato le sue emozioni ai microfoni di Zoom Magazine.

Guarda l’intervista a Martina Pensa:

 

Show Buttons
Hide Buttons