“L’amore migliora la vita”, parola del regista Angelo Longoni

E’ uscito in tutte le librerie “L’amore migliora la vita” del regista Angelo Longoni (Bompiani Giunti editore).

L’amore dovrebbe mettere tutti al riparo da ogni ingiustizia e paura ma, purtroppo, le scelte legate alla sfera affettiva sono spesso causa di meschinità e incomprensioni generate dall’ottusità di coloro che, attribuendo alle proprie convinzioni una ve­rità assoluta, si oppongono alla molteplice vastità di idee e prerogative dell’essere umano.

l'amore migliora la vita angelo longoniL’amore migliora la vita è una storia sulla neces­sità di comprendere se stessi e le persone che più dovremmo amare; è un romanzo che racconta le miserie quotidiane che ognuno vive, subisce o fa subire. Due coppie di genitori si trovano per discutere di un problema che riguarda i propri figli maschi appena divenuti maggiorenni. All’inizio i quat­tro sembrano essere molto civili e dimostrano di avere a cuore solo il bene dei propri ragazzi ma, quando si tratta di discutere della loro omoses­sualità e della loro volontà di vivere apertamente il loro amore, le cose si complicano. Madri e padri mettono in luce tutta la loro fragi­lità morale, diventano violenti, paurosi, meschini, facendo emergere anche le loro difficoltà di cop­pia e le loro frustrazioni. Non importa quale sia la loro provenienza sociale o la loro estrazione culturale; sono tutti inadeguati a mettere mano seriamente al proprio ruolo genitoriale. Ma se gli adulti si comportano male, anche i gio­vani non sono da meno. Mentre i genitori sono a cena, i due ragazzi vivono una situazione nella quale l’aggressività verbale dei loro coetanei di­venta violenza fisica. Picchiare un omosessuale, uno straniero o un diverso non è poi tanto diffe­rente dal parlarne con disprezzo o con derisione.

Come contraltare della comicità che ridicolizza i genitori, la storia dei due giovani è carica d’azione e di pericolo. Un banale diverbio su un campo sportivo si trasforma rapidamente in un’azione violenta che ha come sfondo l’omofobia e ripor­terà le famiglie a riconsiderare ogni aspetto della loro vita.

Dal romanzo “L’amore migliora la vita” Angelo Longoni ha tratto la sceneggiatura per il suo prossimo film.

ANGELO LONGONI nato a Milano, è drammaturgo, regista e nar­ratore. S’impone all’attenzione nazionale nel 1989 con il dramma Naja, la cui versione ci­nematografica esce nel 1997. Tra le sue ope­re teatrali più note: Uomini senza donne, che porta anche al cinema, Xanax, Vita, Testimoni, Col piede giusto, Boomerang, Modigliani. Tra le serie televisive: Le madri, Caravaggio, Tibe­rio Mitri. Per il cinema ricordiamo Facciamo fiesta, Non aver paura, Maldamore. Ha pubblicato per Mondadori Naja, Caccia alle mosche, Siamo solo noi e per Iacobelli Vita

Loading...
Show Buttons
Hide Buttons