La paura della coccinella: il romanzo di esordio di Guido Tortorella

Secondo una tradizione popolare la coccinella simboleggia l’abbondanza e la felicità: vederne una invita a difendere ciò che ci sta più a cuore, i nostri sogni, quello che ci permette di “volare”.

Nasce sotto questo buon auspicio “La paura della coccinella” (Edizioni La nave di Teseo), l’esordio letterario di Guido Tortorella, dall’8 novembre in tutte le librerie e sulle maggiori piattaforme di vendita online.

la paura della coccinella tortorellaIl romanzo racconta la storia del quasi quarantenne Dario che fa il cassiere in un fast food e si interessa di meditazione (solo per rimorchiare le ragazze). Così, tra le droghe che su di lui non fanno effetto e l’aura delle persone che si convince di vedere, conosce Lilly, una parrucchiera finita per caso in un matrimonio infelice e destinato a fallire, che cerca l’amore che è un’unione delle anime e rimane puntualmente delusa. Quando i due si incontrano, per destino o per caso, tutte le loro sicurezze crollano miseramente, in una perfetta combinazione degli opposti, così pura e spaventosa da far assomigliare l’amore a una specie di catastrofe.

Un romanzo ironico e a tratti amaro sulle gioie e dolori dell’amore ai tempi del “postmoderno”, capace di attirare i curiosi e i critici, mostrandoci una realtà che genererà nei lettori una risata dal gusto cinico decisamente italiano.

La prima tappa del tour di presentazione del libro si terrà a Milano, al Castello Sforzesco, il prossimo 16 novembre, alle ore 17:30, nell’ambito della fiera Bookcity. Seguiranno altri appuntamenti.

Show Buttons
Hide Buttons