Intervista a Marika Costabile, protagonista di “Tonno spiaggiato”: “Sogno un uomo che mi sorprenda”

Marika Costabile ha un sorriso che conquista, è bella, ironica e ha l’aria di chi sa cosa vuole.

25 anni, di Torre del Greco, l’abbiamo conosciuta nella serie targata Rai 1I Bastardi di Pizzofalcone” diventata, per accoglienza e critica, una delle migliori di questa stagione televisiva, e di cui si appresta a girare il seguito.

Prima di ritrovarla nei panni di Chanel un’altra bella prova per Marika Costabile, al suo debutto sul grande schermo nella black comedy romantica e surreale “Tonno spiaggiato” di Matteo Martinez, nelle sale dal 10 maggio, che la vede nel ruolo di coprotagonista accanto a Frank Matano.

Marika interpreta Francesca, una ragazza giunonica e dolce che lascia il suo fidanzato Francesco, un aspirante attore interpretato da Matano, che dispensa battute cattive su di lei per far ridere il pubblico. Il ragazzo non si rassegna e, dopo essere riuscito a riavvicinarla al funerale della nonna, concepisce il piano delirante di uccidere un altro parente dell’ex fidanzata, pur di avere un altro momento così con lei.

Con “Tonno spiaggiato” debutti al cinema con un ruolo, peraltro, da coprotagonista. Emozionata?

Sì, molto! Ho studiato tanto, continuo a farlo, ho affrontato molti provini, ci sono stati momenti in cui ho creduto di non farcela. Poi è arrivata la mia occasione, una gran bella occasione.

La stampa ne parla molto bene, ora tocca al pubblico: andrai in incognito a curiosare in qualche sala cinematografica?

Ammetto di averci pensato e forse cederò a questa tentazione. Sicuramente andrò al cinema con amici e parenti, inizierò ad ascoltare i primi pareri, anche se i loro, probabilmente, saranno di parte.

Chi è Francesca, il personaggio che interpreti?

Mi piace dire che Francesca è la semplicità. Una ragazza sempre sorridente e con un gran cuore, sensibile e generosa ma anche intelligente e con una gran forza. Mi sono innamorata immediatamente di questo personaggio, sembrava mi appartenesse da sempre.

Per questo ruolo, oltre ad essere imbottita sotto gli abiti di scena, hai dovuto mettere su un po’ di kg. Hai avuto timore di “esagerare” o di non riuscire, poi, a perderli facilmente?

Non ho esagerato con il cibo, anzi cercavo di mangiare il più sano possibile anche se le porzioni erano più abbondanti  Non è stato un percorso facile, ma da attrice non potevo rinunciare a questa occasione. Per me è stata una doppia prova ed ora, per come sono andate le cose, sono felice del percorso che ho fatto.

Specchiandoti ti sei sentita diversa anche “dentro”?

Non vedevo più Marika allo specchio, ormai ero Francesca. Specchiandomi oggi, invece, fisicamente inizio a rivedere Marika, dentro mi sento diversa: più forte, più matura e più consapevole del mio corpo.

Capitolo Frank Matano: è difficile rimanere concentrati sul set con un vulcano come lui?

Quando lavoro sono molto seria, a volte posso sembrare addirittura fredda ma in realtà cerco solo di restare sempre concentrata per dare il meglio. Frank però riusciva sempre a strapparmi un sorriso e per questo lo ringrazio.

Hai avuto qualche fidanzato che ha usato metodi “non convenzionali” per riconquistarti?

Baso i miei rapporti sulla fiducia e il rispetto reciproco e quando uno di questi due valori viene a mancare, mi sento tradita e non è facile poi riconquistarmi. Non ho ancora incontrato, però, chi abbia cercato di conquistarmi usando metodi non convenzionali: amo le sorprese quindi qualche gesto davvero romantico mi farebbe piacere. Forza uomini usate un po’ di inventiva…

“Tonno spiaggiato” ha il gusto tipico della comicità a stelle e strisce: ti piacerebbe lavorare all’estero?

E a chi non piacerebbe! Adoro le commedie americane. Sto approfondendo i miei studi della lingua inglese e quindi sì, un giorno spero di poter recitare oltreoceano.

di Sacha Lunatici (photo credits Piergiorgio Pirrone)

Guarda il trailer di Tonno spiaggiato:

 

Show Buttons
Hide Buttons