Netflix, dal 30 novembre arriva Baby: storie di vite segrete per sopravvivere

Dal 30 novembre arriva Baby, la nuova serie originale italiana di Netflix. Si tratta di uno dei titoli più attesi della stagione del colosso streaming – 6 episodi in onda in ben 190 paesi – ispirato a un caso di cronaca clamoroso, quello che ha visto coinvolte alcune minorenni del quartiere Parioli di Roma.

babyQuanto accaduto nella Capitale alcuni anni fa, però, è solo la cornice di questa serie che racconta il mondo segreto degli adolescenti in una maniera più ampia e universale. Baby, infatti, è una storia di formazione che segue le vicende di un gruppo di ragazzi dell’immaginario Liceo Collodi che vivono quel passaggio difficile tra l’adolescenza e l’età adulta avventurandosi nei labirinti della trasgressione, a volte anche perdendosi: sullo sfondo famiglie sfasciate o allargate, bullismo e amori problematici.

Tutti i personaggi hanno un problema che li accomuna, un disagio che non permette loro di respirare: lo spettatore però nel corso di questa discesa agli inferi non è portato a giudicarli ma ad empatizzare con loro.

La serie, presentata alla conferenza stampa tenutasi questa mattina a Roma, vede nel cast Benedetta Porcaroli, Alice Pagani, Isabella Ferrari, Claudia Pandolfi, Paolo Calabresi, Giuseppe Maggio e tanti altri attori italiani.

Per me è stata una grandissima opportunità. Dare la mia visione a questa serie è stato intrigante – ha dichiarato Andrea De Sica, che firma la regia insieme ad Anna NegriDiciamo che questa è la storia di Baby e non c’è nulla di fedele alla cronaca. La storia è stata solo uno spunto che ha messo in luce uno degli aspetti di uno dei quartieri più ricchi che ha un’immagine diversa. L’aspetto della prostituzione c’è, ma non ci sarà nulla di sensazionalistico, anzi.

Attenzione però a classificare Baby come una serie di denuncia sociale o per adulti: Baby, infatti, è una serie che parla d’amore. Ogni singolo personaggio cerca amore in un universo in cui, purtroppo, l’amore non c’è.

baby netflix

Chiara è un personaggio particolare, mi sono innamorata subito di lei appena ho letto la sceneggiatura – ha commentato Benedetta Porcaroli – E’ come se lei avesse vissuto tutta la sua vita assecondando le aspettative degli altri. In realtà lei non è così e ad un certo punto ci sarà un grande cambiamento in questo personaggio che farà delle scelte sue”. “Ludovica è una ragazza fragile che cerca rapporti autentici, amore e sicurezza. Spero di essere riuscita a passare tutto tramite la camera da presa” le fa eco Alice Pagani.

Non c’è nulla di statico nel mondo di Baby. Vediamo quindi cosa succederà a partire dal prossimo 30 novembre.

Guarda il trailer di Baby:

Guarda la conferenza stampa di Baby:

Loading...
Show Buttons
Hide Buttons