Alice nella Città incontra il cinema horror: ecco il programma della retrospettiva

A pochi giorni dall’inizio della manifestazione, Alice nella città – sezione autonoma e parallela della Festa del Cinema di Roma dedicata alle giovani generazioni e alle famiglie – presenta un’interessante rassegna dedicata all’horror curata in collaborazione con la rivista di critica cinematografica Quinlan.it.

L’iniziativa parte da un interrogativo: perché l’horror continua a essere visto come un elemento da proibire ai bambini e agli adolescenti, anche quando sono proprio loro a esserne i protagonisti? Si può tentare di utilizzare le forme mostruose del terrore come strumento educativo, forse anche didattico?

Per rispondere a questi quesiti Alice nella Città ha scelto due strade diverse ma strettamente connesse tra loro. Da un lato la rassegna retrospettiva, composta da cinque titoli – due classici del genere, Halloween di John Carpenter in versione restaurata per festeggiare i quarant’anni dall’uscita in sala che sarà al cinema grazie alla QMI Stardust in tre giornate evento (15-16-17 ottobre) ed ha aggiunto la proiezione speciale del 18 ottobre ad Alice nella Città e Poltergeist di Tobe Hooper, un gioiello come La collina dei conigli di Martin Rosen, e i due film contemporanei Raw – Una cruda verità di Julia Ducournau (2016) ed Evolution di Lucile Hadžihalilović (2015) – programmati in seconda serata nella tensostruttura che Alice e TimVision hanno eretto nell’area del festival.

Dall’altro l’edizione di un “quaderno di studi”, un volumetto condensato d’appunti, idee, possibilità di interpretazione dell’horror: un modo sia per approfondire la questione – con brevi riassunti storici del genere – sia per allargare il discorso a chi l’horror lo frequenta e lo ha frequentato anche sul set, dai Manetti Bros. a Eros Puglielli (presente ad Alice nella Città col suo nuovo lungometraggio, Nevermind), fino a Ruggero Deodato. Il volume, i cui testi sono curati da Quinlan.it, oltre a un intervento letterario dell’associazione culturale bolognese Hamelin, è anche un progetto grafico edificato per mettere in relazione testi e immagini, con queste ultime a giocare un ruolo fondamentale nelle pagine. Il “quaderno di studi” verrà diffuso gratuitamente durante le giornate della Festa.

Vedere, leggere, ri-scoprire. Non esiste modo migliore per far approcciare i bambini, i giovani adulti – e, perché no, anche gli adulti non più tanto giovani – a quella materia oscura che per comodità viene accorpata sotto il termine “horror”, ma che in realtà racconta fin dall’infanzia di noi, delle nostre paure, dell’angoscia di vivere e del desiderio di una liberazione che sia completa (e quindi a volte anche corporea).

Programma della retrospettiva horror

Giovedì 18 ottobre, ore 22.30
Sala Alice TimVision
Halloween di John Carpenter (versione restaurata – v.o. con sott.)

Sabato 20 ottobre, ore 23.59
Sala Alice TimVision
Poltergeist – Demoniache presenze di Tobe Hooper

Martedì 23 ottobre, ore 22.30
Sala Alice TimVision
Raw – Una cruda verità di Julia Ducournau

Sabato 27 ottobre, ore 23.59
Sala Alice TimVision
Evolution di Lucile Hadžihalilović

Domenica 28 ottobre, ore 22.30
Sala Alice TimVision
La collina dei conigli di Martin Rosen

Show Buttons
Hide Buttons