Torna a volare il tappeto volante di Aladdin: dal 22 maggio nelle sale (recensione)

Le notti d’oriente di Agrabah tornano sul grande schermo con il live action di Aladdin. Dal 22 maggio, a bordo del suo tappeto volante, la storia d’amore tra il dolce ladruncolo e la principessa Jasmine tornerà incanterà ancora una volta grandi e piccini.

Aladdin, rivisitazione del classico d’animazione Disney del 1992, torna al cinema in ‘live action’. La storia è quella originale: un coraggioso ragazzo di strada e una tenace principessa, la storia del loro amore e di un simpatico Genio che li aiuterà a compiere il loro destino. 

Aladdin

Il cast di Aladdin è stato scelto con cura e i risultati sono sorprendenti. Ogni personaggio lascia qualcosa al pubblico, e lo fa divertendo ed emozionando.
Dalla figura sarcastica e esilarante del Genio, interpretata da un brillantissimo Will Smith. Naomi Scott e Mena Massoud sono invece perfetti rispettivamente nel ruolo di Jasmine e Aladdin e le performance canore lasciano senza fiato. La figura dell’inquietante Jafar è interpretata da Marwan Kenzari e, come nel film d’animazione, mette i brividi. Il dietro le quinte è altrettanto interessante: la produzione è stata affidata a Dan Lin, Jonathan Eirich, Marc Platt e Kevin De La Noy. La sceneggiatura è di John August e la regia di Guy Ritchie.

Aladdin

Fondamentale in un live action come questo di Aladdin, la colonna sonora. Splendida l’interpretazione delle canzoni celebri del film d’animazione, quasi in stile Bollywood. 

Il live action di Aladdin somiglia molto ad un musical, come lo stile Disney insegna. La colonna sonora è stata scritta dal pluripremiato Alan Menken e dagli altrettanto premiati Howard Ashman e Tim Rice. Rimane intatto lo stile della musica araba, con un p0′ di jazz e qualche elemento Hip Hop.

“La mia voce” è la nuova canzone originale eseguita da Jasmine, perfetta per dare luce alla bellezza e alla forza di questo personaggio. Nella versione italiana, viene interpretata magistralmente da Naomi Rivieccio, giovane artista finalista di X Factor 2018. Tutto questo viene coronato dalle coreografie ideate da Jamal Sims, coinvolgenti e spettacolari.

Aladdin è anche un viaggio nelle meravigliosa terra delle mille una notte, dove tutto sembra poter accadere e l’atmosfera è incredibilmente unica.

Aladdin è stato girato tra i teatri di posa inglesi e alcune fantastiche location della Giordania. L’ambientazione però è quella del film d’animazione, la città immaginaria di Agrabah. Grazie alla bravura della scenografa Gemma Jackson, già apprezzatissima per il lavoro svolto nella serie TV “Games of Thrones”, il mondo arabo con i suoi profumi e la sua poesia è stato riprodotto in modo fantastico. Un insieme di architettura marocchina, persiana e turca, con elementi delle culture dell’Arabia.

In Aladdin spicca poi la cura per i costumi, realizzati dal costumista candidato all’Oscar Micheal Wilkinson. Un vestiario attento all’etnia dei personaggi e alla provenienza geografica, con colori sgargianti e tessuti preziosi.

Aladdin

La Disney non sbaglia un colpo con i suoi live action e Aladdin, con il suo tappeto volante, ci porta in un mondo fatto di magia, incantesimi, divertimento e passione, affrontando però tematiche importanti, come la lotta per l’emancipazione femminile e l’importanza di guardare sempre oltre le apparenze.  

Guarda il trailer di Aladdin:

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Loading...
Show Buttons
Hide Buttons