A beautiful day: un viaggio nell’inferno della mente (conferenza stampa)

Questa mattina si è tenuta a Roma la conferenza stampa di A beautiful day, film basato su un racconto di Jonathan Ames, in uscita nei cinema italiani il prossimo primo maggio.

Presenti la regista e sceneggiatrice Lynne Ramsay e il protagonista, l’attore Joaquin Phoenix, indimenticato Commodo, il malvagio imperatore patricida ne Il gladiatore.

Un film complesso, ha dichiarato la stessa Ramsay “che tende a raccontare le cose non in maniera semplicistica ma a tutto tondo, anche con onestà”.

Joaquin Phoenix a beautiful day
Joaquin Phoenix interpreta Joe, un uomo tormentato da continui flashback del suo passato violento.

Phoenix interpreta Joe un ex marine e agente FBI che si prende cura della madre e si guadagna da vivere liberando delle giovani ragazze dalla schiavitù sessuale; viene ingaggiato per salvare Nina da un giro di prostituzione ma finirà per innescare una pericolosa spirale di violenza, scatenata dalla corruzione del potere e dal desiderio di vendetta.

Per preparare il personaggio di Joe, tormentato da continui flashback del suo passato violento “sono partito dalla sceneggiatura ma ho studiato anche come le esperienze di abuso hanno influenze sulllo sviluppo e i comportamenti dei bambini – afferma Joaquin Phoenix – E’ un personaggio che non prende decisioni basate sul ragionamento ma è il passato, quello che ha subito, che dirige le sue azioni. Lynn mi mandava note audio di fuochi d’artificio, perché è quello che Joe sente continuamente nella sua testa”.

Joe, un personaggio continuamente in bilico tra il serial killer e il giustiziere: “C’è una parte di buono in Joe di cui forse non sono stato cosciente dall’inizio, ma forse la regista lo sapeva – dichiara Phoenix – Abbiamo mostrato entrambi i lati e le facce di questo personaggio non solo la parte cattiva ma anche quella buona: vive in un costante conflitto, è alla ricerca continua della pace della mente ma si infila sempre in situazioni pericolose. Non sempre nel cinema succede, a volte si vuole mostrare solo la parte buona o cattiva di un personaggio” conclude Joaquin Phoenix.

Loading...

“A beautiful day” è reso ancora più avvincente dalla colonna sonora firmata dal chitarrista dei Radiohead Jonny Greenwood: “La musica diventa quasi un personaggio all’interno del film – dichiara Lynne Ramsay – Quando ho sentito per la prima volta la musica ho pensato “sembra quasi il suono dell’inferno”.

Il film ha già vinto due importanti premi a Cannes 2017: “Miglior interpretazione maschile” e “Miglior sceneggiatura“.

di Sacha Lunatici

Guarda il trailer di A beautiful day:

 

Show Buttons
Hide Buttons